Cammino di SANTA GIULIA, Nonza in Corsica Santa Giulia

Santa Giulia


Pagine di storia, arte e cultura nel nome di Santa Giulia.
Santa Giulia: segni nella storia, documenti e iconografia nati dalla testimonianza viva ed attuale di una ragazza coraggiosa in Cristo.
La devozione a Santa Giulia nel territorio bresciano, in Italia, in Corsica e in tutto il mondo.

   S.Giulia raccontata     Santa Giulia e Nonza     Santa Giulia e Livorno     Santa Giulia e Brescia     I Longobardi     Inni a Santa Giulia     Passione di Cristo    Stampe Luoghi Santi    Reliquie di S.Giulia     Pellegrinaggi     Omelie su S.Giulia     Antica Palestina     Chiesa di Santa Giulia     Sainte Julie de Nonza      Monastero S.Giulia     Museo di Santa Giulia 


Imperdibile fumetto dedicato a Santa Giulia! Clicca qui per scaricarlo gratuitamente :-)

Santa Giulia di Nonza, da non confondere con Santa Giulia di Cartagine, patì giovanissima il martirio a Nonza, nell'anno 303, sotto l'impero di Diocleziano. Qui fu crocifissa per ordine del prefetto Barbarus, per essersi rifiutata di partecipare ad una festa pagana a causa della sua fede cristiana, come attestato dai documenti più antichi e dalla critica storica.
Sainte Julie de Nonza souffrit le martyre sous l'empereur Dioclétien en l’an 303, à Nonza. Elle y fut crucifiée un jour de fête païenne a laquelle elle refusait de participer a cause de sa foi chrétienne, par le préfet romain Barbarus, sous Dioclétien. Ceci est attesté par anciens documents qui convergent à soutenir la même thèse et aussi par la critique historique.

NovitÓ

Monsignor Antonio Fappani pubblic˛ nel 1984 un "libricino" intitolato "Una santa, un villaggio: S. GIULIA V.M.".
La pubblicazione era destinata a celebrare la fondazione della Parrocchia di Santa Giulia del Villaggio Prealpino di Brescia.
L'autore, con la straordinaria modestia che lo contraddistingue, tende ancor oggi a minimizzare il valore del contributo di ricerca sulla figura di questa santa costituito da questo libro.
La testimonianza di fede rappresentata dal martirio di Santa Giulia Ŕ oggetto di moderne interpretazioni fantasiose, espressione di illazioni ed ipotesi formulate in modo estemporaneo e senza fondamento di competenza e ricerca storica.
Per questo, il lavoro di Monsignor Antonio Fappani, indiscussa figura di serio ricercatore e storico, assume un rilevo assoluto.
I libri che raccontano di santa Giulia non sono molti e i testi sono stati tutti realizzati in epoca relativamente recente.
Il primo lavoro di approfondimento sulla figura di Santa Giulia fu pubblicato nel 1794 da Donna Angelica Baitelli in «ANNALI ISTORICI ... del Serenissimo Monastero di San Salvatore e Santa Giulia».
Da allora furono pubblicati pochi testi, prevalente rivolti all'edificazione religiosa delle anime, piuttosto che attenti alla ricerca storica.
In epoca contemporanea, alcuni studiosi, come il livornese Francesco Terreni, ripresero lo studio delle poche fonti disponibili.
Antonio Fappani, nel suo libro su Santa Giulia svolse un approfondimento sistematico ed un confronto di fonti, iniziando dagli antichi codici martirologi dei primi secoli dell'EtÓ cristiana.
Dunque il suo lavoro rimane un testo di riferimento irrinunciabile per la conoscenza della figura di Santa Giulia.

Sfortunatamente questa pubblicazione non Ŕ pi¨ disponibile e ne restano pochissimi esemplari originali.
La Biblioteca Queriniana ne possiende una sola copia, che non viene concessa in prestito, ma solo in cosultazione.
In considerazione dell'importanza di questo testo, il 19 luglio 2011, nel corso di un incontro personale, Monsignor Antonio Fappani ha concesso di procedere alla riedizione in formato ebook di "Una santa, un villaggio: S. GIULIA V.M." per consetire a chiunque di conoscere adeguatamente quel poco che sappiamo di Santa Giulia.
L'ebook Ŕ disponibile in formato Licenza Creative Commons 3.0 Unported (CC BY-NC-ND 3.0), Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate.

Pertanto l'ebook "Una santa, un villaggio: SANTA GIULIA V.M." Ŕ ora gratuitamente disponibile per esser scaricato e consultato a titolo personale a questo link.


Il CAMMINO DI SANTA GIULIA Ŕ ormai una realtÓ matura. Nato nel 2009 come percorso ciclistico, Ŕ da settembre 2011 un autentico cammino di Pellegrinaggio, grazie all'impegno personale di Carlo Picchietti.

I dettagli del percorso, le indicazioni cartografiche e le informazioni di supporto (mappe google, itinerario dettagliato, possibilitÓ di scaricare i dati sul navigatore satellitare), sono resi disponibili su www.camminodisantagiulia.it.

L'idea da cui nasce il "Cammino di Santa Giulia" Ŕ molto semplice: ripercorrere la via longobarda della traslazione delle spoglie di Santa Giulia da Livorno, cittÓ di cui la martire Ŕ patrona, fino a Brescia, presso cui le sante reliquie sono conservate fino dall'alto medioevo.
Proposta di pellegrinaggio sul percorso seguito dai Longobardi per la traslazione di Santa Giulia da Livorno a Brescia, lungo uno storico ramo della Via Francigena.
Cammino di Fede, arte e storia nel nome di Santa Giulia, sulle tracce antiche della storia longobarda.


[ Home Page ]  -   [ Chi siamo ]  -   [ Il progetto ]  -   [ Luoghi di devozione ]  -   [ La passio della leggenda ]  -   [ Documenti, ricerche, studi ] -   [ Itinerari ] -   [ Mappa ] -   [ Logo ] -   [ Copyright ] -   [ Contatto ] -   [ Santa Giulia VM ] -   [ Links ]

www.santagiulia.info